Storie di successo

In questa pagina trovi la storia di pazienti come te, con sintomi che probabilmente conosci e che hanno voluto gentilmente condividere con tutti come hanno trasformato una situazione invalidante in una situazione florida, di ritorno alle proprie attività. 

 

La chirurgia NON è per tutti i pazienti: viviamo ormai nel 2020, con accesso alle tecnologie sempre più complesse e che possono modificare in meglio la nostra vita.

 

Se anche tu vuoi capire come accedere nel periodo più bello della tua vita, leggi la storia di alcuni miei pazienti.


Sono Turati Margherita, volevo ringraziare il dott. Lavanga perchè non sapevo bene come risolvere la mia situazione e a chi chiedere. 

Ho 65 anni e ho cominciato a zoppicare circa 2 anni fa, quindi ho cominciato a fare numerose visite, a prendere diverse terapie...si pensava che fosse l'anca, però avevo sempre la gamba addormentata, nessuno mi diceva cosa fare ed ero demoralizzata....poi insieme al dottore abbiamo preso dei farmaci che solo parzialmente risolvevano il dolore e pertanto, visto la resistenza a tutte queste terapie mi ha proposto di intervenire sulla colonna vertebrale. Su due piedi ci sono rimasta ma ho preso coscienza che forse il dolore veniva da lì. Ora dopo 4 mesi dall'intervento di "artrodesi e decompressione" cammino di nuovo senza zoppicare e non sento più la gamba addormentata. Non pensavo che il giorno dopo l'intervento mi sarei rimessa in piedi, ma è stato cosi e il dolore è stato più che accettabile.

 

La ringrazio ancora dr. Lavanga, tornerò a trovarla per i controlli. 


Buongiorno a tutti, sono Leonardo Anzelmo e ho 46 anni. Avevo mal di schiena da un po' di tempo. A fine giornata mi sentivo sempre limitato e avrei avuto voglia di fare altro ma avvertivo qualcosa che non andava. Il dolore era localizzato proprio nella parte bassa della schiena e non si spostava in nessuna zona. Ho fatto dei controlli e tutti mi dicevano che ero troppo giovane per risolvere diversamente i miei problemi alla schiena. Quindi mi sono messo di buona lena facendo fisioterapia. Qualche risultato l'ho avuto ma dopo poco tempo tornavo esattamente come prima. 

Poi ho conosciuto il dr. Lavanga: molto giovane ma ha trovato subito la causa del mio problema, ovvero il disco era schiacciato e una curva della colonna era alterata. Abbiamo provato ancora a fare qualche terapia ben sapendo che la causa del problema era legata a questa modifica della mia colonna vertebrale.

Quindi abbiamo deciso di eseguire un intervento chirurgico "nuovo": ripristinare l'altezza del mio disco passando dall'addome. Appena comunicata la notizia mi sono spaventato, ragionando con il dottore tuttavia ho capito i vantaggi; non avrei avuto interessamento dei muscoli del tratto lombare e pertanto mi sarei ripreso più velocemente.

 

Il giorno dopo l'intervento mi sono rimesso in piedi subito e non ho avuto alcun problema. Ora non ho nessuna cicatrice sulla parte posteriore della colonna e miei dischi ora sono ok.

 

Grazie mille Dr. Lavanga, lei è stato un chirurgo magnifico.


Buonasera, sono Luigino Furlan, ho 70 anni. Volevo semplicemente dire grazie, prima per avermi fatto mettere a dieta e secondo per aver ripreso a camminare. Zoppicavo sempre, avevo il piede un po' "indurmento" ma insomma dopo l'intervento è stato tutta un'altra cosa! Mi sono rimesso a camminare subito, ho tenuto sul mio bustino e andavo...non mi pareva vero, dopo tanto girare il dr. Lavanga mi ha rimesso in carreggiata.

Ora è passato un po' di tempo, ho perso peso e continuo a fare le mie passeggiate, faccio i miei lavori in casa

 

Grazie ancora dr. Lavanga per "aver fatto il mio elettricista chirurgo" come dice Lei. 1000 grazie!


Mi chiamo Vincenzo Fasani, classe 1957, sono pensionato.

Premetto che dal 2014 sono portatore di protesi all'anca sinistra e ho una patologia ematica cronica.

Dopo vari precedenti episodi di sciatalgia e dolori ai piedi, a luglio 2019 ho avuto questa particolarmente dolorosa recidiva sciatica che mi ha praticamente impedito la mobilità, causandomi anche la perdita di sensibilità di parte del polpaccio e del piede sinistro.

A settembre, sono stato visitato dal Dott. Vito Lavanga che, dopo avermi prescritto un ciclo di antinfiammatori e gli esami radiologici, mi ha messo in lista per un intervento di microdiscectomia L5-S1 a sinistra, avvenuto il 17/02/2020.

Posso dire che il mio iter pre e post operatorio e l'assistenza ricevuta presso l'Istituto di Cura Città di Pavia sono stati eccellenti. 

Ringrazio moltissimo il personale sanitario, in particolare il Dott. Vito Lavanga che mi ha operato e il suo staff per l'assistenza, l'attenzione e la gentilezza.

Le mie condizioni sono subito migliorate, non ho avuto complicazioni ed ora, ad un mese dall'intervento, sto bene, non ho dolore e sto riacquistando la sensibilità del piede.

 

Spero che la mia testimonianza possa servire anche ad altri pazienti.


Sono Cecilia Malcotti, classe 1963. Conosco il dr. Lavanga da tempo e mi ha sempre risolto problemi in maniera brillante. L'ho conosciuto in occasione di un dolore al gomito destro che non passava con nessun farmaco e nessuna terapia. Mi ha visitata con attenzione e poi mi ha detto "è il gomito del tennista", non ci è voluto molto. Mi ha prescritto delle onde d'urto e dopo 40 giorni ero come nuova. Inoltre lo sento sempre su WhatsApp e mi dà consigli su migliorare il mio esercizio fisico e la mia dieta. Se ho un problema per un amico, lui c'è. 

Insomma non mi era ancora capitato di avere una assistenza così!


Anche per te posso costruire un progetto, conosco tutti i miei pazienti PERSONALMENTE, mi ricordo di tutti e rispondo SEMPRE su WhatsApp. 

Mi dedico in maniera differente ai miei pazienti e se posso risolvere il problema, lo faccio certamente. Dedico il 90% del mio tempo a trovare la soluzione su misura per te.